La Grecia salentina

La Grecia salentina

La Grecia salentina da qualche anno arricchisce l’offerta turistica del Salento con le sue peculiarità linguistiche, le sue tradizioni, i suoi monumenti. Essa si trova nel cuore del Salento, tra Lecce, Otranto e Maglie, e al centro tra due mari, lo lonio e l’Adriatico.

Un tempo quest’area comprendeva tutta la Terra d’Otranto (con Lecce, Brindisi e Taranto) grecizzata a partire dal VI secolo d.C., quando diviene provincia dell’Impero Bizantino, con lingua e rito religioso greco (esistente fino al 1600). Con la fine ufficiale del rito greco i paesi ellenofoni sono diminuiti e la lingua è riuscita a conservarsi in alcuni piccoli villaggi rurali grazie alla loro tradizione orale, l’attuale Grecia.

Oggi, enti pubblici e privati, centri di ricerca, università, scuole, cercano con amore e ostinazione, di preservare questo bagaglio culturale, fatto di semplici racconti di vita quotidiana, di testi poetici, canti popolari, e di testimonianze storiche artistiche straordinarie. In un perfetto connubio tra paesaggio naturalistico, patrimonio linguistico-letterario, musicale, architettonico, artistico, quest’area stuzzica la curiosità del visitatore grazie al proprio tessuto turistico e all’ospitalità della gente. E naturalmente stuzzica il suo palato con i saporiti e genuini piatti della tradizione gastronomica locale. Il tutto condito da eventi culturali, feste religiose, sagre, concerti, mostre, pizziche e tamburelli, che rendono il soggiorno ancora più divertente e affascinante.

Evento musicale di portata mondiale, rappresentativo di tutta la Grecia salentina, è la Notte della Taranta che ogni anno attira migliaia di appassionati di musica e danze popolari, che ha il suo massimo epilogo con il Concertone di Melpignano.

Ad arricchire l’offerta culturale di quest’area nel resto dell’anno ricordiamo, il Carnevale della Grecia in cui sfilano i meravigliosi carri in cartapesta realizzati da artigiani locali ei Canti della Passione, rassegna musicale internazionale di canti popolari a tema sacro che si tiene durante il periodo pasquale e che coinvolge tutti i paesi dell’Unione. La Mostra mercato Agorà e la Sagra de la vulia cazzata (oliva schiacciata) di Martano; la tradizionale Festa dei lampioni e di S. Vito a Calimera, la Festa te lu Mieru (del vino) a Carpignano, l’Olio della poesia a Serrano, un Cuore per il Tartufo a Corigliano, la festa di S. Pantaleone e la Sagra dell’insalata grika e della salsiccia a Martignano, la Mostra della Ceramica a Cutrofiano, le suggestive focare (grandi falò) in onore di S. Antonio e la rassegna Soletoperalnero a Soleto, la Fiera di S.Giovanni e la Festa de lu Focu a Zollino, la Mostra dell’antiquariato della Grecia salentina a Castrignano, il caratteristico Presepe Vivente a Sternatia.

Questi straordinari contenuti culturali, realizzati in luoghi ricchi di monumenti e fortemente legati alle loro origini, sono supportati da efficienti servizi di accoglienza che soggiornano nel territorio della Grecia in alberghi, agriturismo, B&B, appartamenti privati. Sono inoltre attivi servizi di accompagnamento e visite guidate sul territorio di assoluta professionalità e competenza.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui Social!