OTRANTO - SALENTO
GALLIPOLI - SALENTO
PORTO BADISCO - SALENTO

Alla scoperta del Salento...

La distanza ideale per guardare il Salento è da vicinissimo. Da dentro. È l’unico modo per conoscere davvero questa terra aspra e selvaggia, ma gentile, silenziosa e senza filtri. Una terra che non chiede nulla, ma ha tanto da offrire.

Lo sa bene chi da questa terra si è dovuto allontanare, per studio o per lavoro.Lo sanno benissimo anche i turisti che la vengono a trovare, dapprima ne apprezzano il mare, i colori, il panorama, ma subito dopo restano folgorati dalla sua cultura, dalla storia e da un tempo lento che racconta di antiche tradizioni, miti e leggende lontane, ma sempre vive nel ricordo e nel cuore di ogni persona, in un albero d’ulivo, un muretto a secco, per i vicoli di campagna o tra i ghirigori del Barocco.

Sono queste le sensazioni che questo sito vuole evocare, accompagnandovi in un lungo viaggio alla scoperta del Tacco d’Italia e dei suoi aspetti più belli e affascinanti. Quelli che leggerete, quindi, sono solo i nostri consigli su cosa proprio non dovreste farvi scappare.

Inizia da qui a scoprire il Salento...

Il Salento

La Penisola Salentina (o “lu Salentu” nel dialetto locale) è la punta più a sud della Puglia e la più a est d’Italia. Viene storicamente definita il tacco dello stivale. Questa terra comprende tutta la provincia di Lecce tuttavia, intendendo il Salento come un’entità culturale, più che geografica, si è soliti spostare i confini leggermente più a nord, lungo la linea che da Taranto, attraverso Grottaglie e Ceglie Messapica, giunge fino a Ostuni, la cosiddetta “Soglia messapica”.

Il territorio è un’immensa pianura verdeggiante che si estende fino a perdersi nel mare trasparente e limpido, con leggeri rilievi collinosi nella parte settentrionale (basse Murge) e in quella meridionale (Serre salentine). Il paesaggio presenta molti elementi caratteristici.

L’agro salentino è quasi ovunque coltivato, e la vegetazione arborea è per lo più costituita da distese di ulivi secolari. La proprietà terriera è generalmente suddivisa in piccoli appezzamenti, separati dai tipici muretti a secco.

La costa occidentale è lambita dallo Ionio ed è caratterizzata solitamente da lunghe spiagge sabbiose mentre la costa orientale bagnata dall’Adriatico risulta essere solitamente rocciosa e a falesia. I due mari si incontrano tradizionalmente a Santa Maria di Leuca.

Il clima del Salento è mite e temperato, con inverni non troppo rigidi ed estati calde e assolate che rendo ogni momento dell’anno adatto per visitare questa meravigliosa terra.

Eventi & News